Navigation

Retribuzioni abusive: nessun referendum anti controprogetto

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 gennaio 2013 - 18:59
(Keystone-ATS)

UDC, PLR, PPD, PBD e Verdi liberali (PVL) escludono di combattere con un referendum il controprogetto indiretto all'iniziativa popolare "contro le retribuzioni abusive" dell'imprenditore e consigliere agli Stati (senza partito/SH) Thomas Minder. Lo indica un comunicato comune dei presidenti delle cinque formazioni politiche borghesi diffuso oggi.

In una dichiarazione i presidenti assicurano che neppure appoggeranno un eventuale referendum promosso da altre forze.

Il controprogetto del parlamento entrerà in vigore se l'iniziativa non dovesse essere accolta da popolo e Cantoni il prossimo 3 marzo. I cinque partiti a livello nazionale la combattono. Varie sezioni cantonali invece la sostengono.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.