Navigation

Riapre sala contrattazioni Wall Street, vietate le strette di mano

Uno dei simboli della finanza globale. KEYSTONE/AP/Mark Lennihan sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2020 - 18:00
(Keystone-ATS)

Obbligo di mascherina e strette di mano vietate a Wall Street. La sala di contrattazioni del New York Stock Exchange, il simbolo della finanza globale, si appresta a riaprire e tornare alla normalità.

O almeno a una nuova normalità dopo due mesi di chiusura a causa del coronavirus. I trader che rientreranno martedì dovranno evitare i mezzi di trasporto pubblico e attuare il distanziamento sociale aiutati anche dalle barriere di plexiglas installate.

Ai visitatori il "floor" resta vietato, il che vuole dire che il suono della campanella per festeggiare un'initial public offering (lo sbarco di una società in borsa) o celebrare un anniversario sono per ora rimandati a data da destinarsi.

Fra gli obblighi per il rientro c'è la firma da parte degli operatori di un documento che esenta il Nyse da eventuali azioni legali nel caso in cui venissero contagiati nella sala.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.