Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I separatisti dell'autoproclamata repubblica di Donetsk non intendono più cercare di trovare un compromesso con Kiev per un cessate il fuoco nel sud-est ucraino. Lo ha annunciato il leader Alexandr Zakharcenko.

"Da parte nostra non ci saranno più tentativi di parlare di tregua", ha detto Zakharcenko all'indomani della conquista dell'aeroporto di Donetsk da parte dei ribelli.

Il "presidente" separatista ha quindi aggiunto che i suoi uomini intendono "andare avanti" nell'offensiva "fino ai confini della regione di Donetsk". Ma ha anche avvertito che se ci sarà "una minaccia anche da altre parti" sarà "liquidata". "Kiev - ha proseguito - adesso non si rende conto che siamo in grado di attaccare contemporaneamente su tre direzioni".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS