Navigation

Ricchi sempre più ricchi, nel club dei 300 pure Ermotti e Siccardi

Entra con forza in classifica: Alberto Siccardi. KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2019 - 10:32
(Keystone-ATS)

Ricchi sempre più ricchi in Svizzera: le 300 persone più facoltose residenti nella Confederazione possiedono 702 miliardi di franchi, un dato in crescita di 27 miliardi (+4%) rispetto all'anno precedente.

In media ciascuno di loro ha in cassaforte - si fa per dire - 2,3 miliardi, rivela la tradizionale classifica stilata ogni anno da Bilanz. Quest'anno sono entrate come matricole nel club la famiglia Siccardi e il numero uno di UBS Sergio Ermotti.

La graduatoria è stilata fin dal 1989 dal quindicinale economico e quelli del 2019 sono i valori più alti mai registrati. Nella prima edizione il patrimonio medio era di 660 milioni, nel frattempo è quindi più che triplicato: il fattore di crescita è di 3,5 assai superiore al 2,7 del prodotto interno lordo svizzero nello stesso arco di tempo.

La forte crescita constatata quest'anno è dovuta al buon andamento dei mercati finanziari, ricorda Bilanz. Nel 2018 il patrimonio dei 300 era infatti salito "solo" di 1,7 miliardi. Dalla crisi finanziaria la progressione è comunque da capogiro: più 28 miliardi all'anno in media.

In testa alla graduatoria si trovano gli eredi con passaporto svizzero del fondatore di Ikea Ingvar Kamprad, i cui averi sono valuti a 55 miliardi. Al secondo posto figurano le famiglie Oeri e Hoffmann, eredi dell'impero Roche, con 27 miliardi, al terzo (nuovo sul podio) Gérard Wertheimer, grande azionista di Chanel, con 23 miliardi, protagonista di una crescita folgorante: +8 miliardi nel 2018 e +5 miliardi quest'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.