Navigation

Richieste asilo: Sommaruga vuole 30 nuovi dipendenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 aprile 2011 - 15:05
(Keystone-ATS)

La ministra della giustizia Simonetta Sommaruga si prepara all'aumento delle richieste d'asilo provenienti dal Nord Africa. Verranno infatti creati 30 nuovi posti di lavoro all'Ufficio federale della migrazione (UFM). Il portavoce Joachim Gross ha confermato le informazioni pubblicate da "Tagesanzeiger" e "Der Bund" oggi, che parlano tuttavia di 40 impieghi.

Si tratta in particolare di non caricare ulteriormente di lavoro i Cantoni, ha detto Gross. Il personale verrà utilizzato per analizzare in modo rapido il crescente numero di richieste d'asilo provenienti dal Nord Africa.

Le spese legate al personale supplementare verranno coperte dal bilancio ordinario. Sono attualmente allo studio le necessità per il 2012.

Oltre a questo la Svizzera vuole rinforzare i contatti diplomatici con le autorità italiane e tunisine, ha dichiarato il portavoce riferendosi ad una notizia pubblicata oggi dalla "NZZ".

Il direttore dell'UFM, Alard du Bois-Reymond, si recherà martedì a Roma. Nel colloquio col governo italiano verrà fra le altre cose chiarito come la Svizzera possa aiutare Roma nell'emergenza profughi. Il 18 aprile Bois-Reymond si recherà invece a Tunisi assieme al Segretario di Stato Peter Maurer.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?