Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Manuel Valls

KEYSTONE/EPA/ALAA BADARNEH

(sda-ats)

Il ritiro della riforma del lavoro "non è possibile", ma "possiamo sempre apportare delle modifiche, dei miglioramenti": lo ha detto il premier francese, Manuel Valls, all'ottavo giorno di mobilitazione dei sindacati.

Valls ha però escluso modifiche all'articolo 2, il punto più controverso della riforma che prevede, tra l'altro, di far prevalere gli accordi aziendali su quelli di categoria per ferie e orario di lavoro, possa essere ritirato.

Praticamente in contemporanea, il ministro delle Finanze, Michel Sapin, diceva quasi il contrario. "Forse bisognerà ritoccare l'articolo 2 su alcuni punti", ha affermato il titolare di Bercy contraddicendo il primo ministro in diretta su LCP.

Un'uscita a cui Valls ha avuto modo di replicare pochi minuti dopo, sempre in diretta, con parole secchissime. Sapin? "Non toccheremo l'articolo 2".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS