Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - In seguito alla creazione della cosiddetta "Newsroom", che a partire dal 7 marzo unirà le redazioni di "Blick", "Blick am Abend", "Sonntagsblick" e "Blick.ch", il gruppo editoriale Ringier licenzierà 25 persone.
In gennaio Ringier aveva annunciato che saranno soppressi 29 impieghi a tempo pieno. In realtà saranno "solo" 22, si legge in una nota diffusa oggi. Ciò grazie a partenze volontarie, riduzioni del tempo di lavoro, trasferimenti interni e adeguamenti nelle rubriche. Circa due terzi dei posti cancellati riguardano la produzione, il resto le redazioni. Ringier si separa inoltre da due freelance; tre collaboratori vanno in pensione anticipata. Stando al sindacato comedia, la ristrutturazione riguarda complessivamente 44 dipendenti.
In base al piano sociale negoziato con la commissione del personale il termine di licenziamento viene prolungato di uno-tre mesi, a seconda dell'età dell'interessato. Ringier versa inoltre un'indennità di partenza che varia in base agli anni di servizio, ha spiegato all'ATS il portavoce del gruppo editoriale Stefan Hackh. In caso di disoccupazione o di nuovo impiego con salario inferiore Ringier offre, al massimo per sei mesi dal termine di licenziamento, compensazioni che possono raggiungere la differenza rispetto allo stipendio attuale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS