Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il riscaldamento climatico porta i pesci a deporre le uova sempre più presto. Secondo una ricerca dell'Università di Losanna, i temoli in Svizzera attualmente lo fanno tre settimane e mezzo prima rispetto a 60 anni or sono. Non è ancora chiaro quali siano le conseguenze sulle nuove generazioni.

Malgrado i temoli vadano in fregola più precocemente, da diversi anni la popolazione di questi salmonidi continua a diminuire nei fiumi svizzeri. L'Università di Losanna e l'Ispettorato della pesca del canton Berna stanno cercando di appurare le cause del fenomeno. Secondo i ricercatori Claus Wedekind e Christoph Küng ciò è dovuto al riscaldamento climatico.

Ad esempio, dal 1970 ad oggi la temperatura dell'acqua nel fiume Aar vicino Thun è cresciuta di circa un grado e mezzo. Nella zona i temoli iniziano la deposizione delle uova già fra pochi giorni e non più alla fine di marzo, come una volta. Al contrario di molti altri animali di lago i pesci di fiume non hanno possibilità di eludere i cambiamenti di temperatura, sottolineano gli esperti.

Analizzando i dati raccolti fin dagli anni '40 dai gestori dei corsi d'acqua (guardapesca e affittuari), la ricerca ha rilevato un'evoluzione allarmante: tempo addietro i maschi costituivano circa il 65% dei pesci presenti nel luogo di frega, ma negli ultimi quindici anni il tasso è cresciuto fino all'85-90%. Gli esperti suppongono che questo fenomeno abbia contribuito parecchio al regresso della popolazione di temoli.

Inoltre è stato riscontrato in molti pesci uno sviluppo sessuale piuttosto instabile, con femmine portatrici di un cromosoma maschile Y, o maschi con un genotipo femminile. Si suppone che le variazioni della temperatura influiscano sull'embrione o sulla larva, provocando un cambiamento sessuale. Le conseguenze sulle generazioni future è difficile da stabile e ora è stato avviato uno studio in tal senso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS