Navigation

Roche acquisisce diritti di medicinale contro epatite C

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 ottobre 2010 - 09:33
(Keystone-ATS)

BERNA - Roche ha versato 175 milioni di dollari (168,3 milioni di franchi) al gruppo americano InterMune per essere unica proprietaria del danoprevir, un trattamento contro l'epatite C. Il gruppo farmaceutico basilese dispone ormai dell'insieme dei diritti mondiali relativi allo sviluppo e alla commercializzazione.
Il danoprevir era stato sviluppato dal 2006 da due laboratori, ha comunicato oggi il gruppo basilese. Il trattamento non è ancora commercializzato e si trova attualmente nella fase II di sviluppo clinico.
Secondo Roche, tale farmaco "ha dimostrato un'efficacia promettente nel corso dello sviluppo clinico". Con l'acquisto del danoprevir, Roche dispone ormai di tre trattamenti contro l'epatite C (Pegasys e il RG7128).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?