Navigation

Roche punta ancora più in alto, pensa a grattacielo di 221 metri

Roche sta progettando in grande. Ma invece dei tre stabili piccoli pensa ora a un terzo grattacielo. KEYSTONE/PPR/OBS/DEBRUNNER ACIFER AG/HERZOG&DEMEURON/ROCHE LTD sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ottobre 2020 - 17:00
(Keystone-ATS)

Roche sempre più in alto verso l'azzurro cielo: il colosso farmaceutico sta pensando di realizzare un terzo grattacielo di uffici a Basilea, nella zona dove vi sono già le sue due imponenti torri, le più alte costruzioni della Svizzera.

Stando a Jürg Erismann, direttore della sede Roche di Basilea/Kaiseraugst, Bau 3 - questo il nome del nuovo edificio - avrebbe un'altezza massima di 221 metri e affiancherebbe i due stabili esistenti, Bau 1 (178 metri, più alto grattacielo del paese) e Bau 2, entità ancora in costruzione e destinata a superare il fratello maggiore, con 205 metri, l'equivalente di 50 piani.

Erismann ha definito Bau 3 quale "visione per il futuro": non vi è ancora un progetto concreto. In un primo tempo l'azienda pensava a costruire tre nuovi torri più piccole, ma ora il vento è cambiato. "Siamo arrivati alla conclusione che sia meglio concentrare il volume in un unico edificio". In tal modo nell'area circostante potrà nascere un ampio parco.

Il responsabile della sede Roche si è detto peraltro convinto che l'attività in ufficio non sia ormai cosa del passato, nonostante la pandemia di coronavirus. "Il telelavoro sarà parte integrante del futuro: ma il posto di lavoro rimarrà al centro dell'attenzione". Per questo Roche vuole creare un ambiente attraente per i suoi dipendenti, ha concluso.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.