Navigation

Rom: Sarkozy, Francia continuerà smantellare campi

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2010 - 17:51
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - La Francia continuerà a smantellare "i campi illegali" sul proprio territorio. Lo ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy, in un incontro stampa a Bruxelles, al termine del vertice Ue. "La Francia ha agito e continuerà ad agire nello spirito della direttiva europea", ha aggiunto.
Il presidente francese ha precisato che lo smantellamento riguarderà "tutti i campi illegali", indipendentemente dalla nazionalità, l'origine e l'etnia degli occupanti.
Sarkozy ha riferito che anche la cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto che procederà in Germania con lo smantellamento dei campi illegali. "Vedremo: sono per dare il mio sostegno alla Merkel", ha affermato il presidente francese.
Le frasi pronunciate dalla commissaria Ue alla giustizia Viviane Reding "hanno scioccato i sentimenti di tutti i miei compatrioti", ha poi sottolineato Sarkozy, facendo riferimento ai legami tra la chiusura dei campi Rom in Francia e la seconda guerra mondiale fatti dalla commissaria europea.
Intanto si è appreso da fonti europee, che "una discussione molto animata" tra il presidente francese Nicolas Sarkozy ed il presidente della Commissione europea Jose Manuel Durao Barroso sulla questione dei Rom ha monopolizzato il pranzo dei capi di Stato e di governo dell'Ue.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?