Navigation

Romania: missione Consiglio d'Europa per esame situazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 luglio 2012 - 18:26
(Keystone-ATS)

Il presidente dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, il francese Jean Claude Mignon, ha annunciato oggi che si recherà in Romania dal 18 al 19 luglio a capo di una delegazione composta dai presidenti dei due gruppi parlamentari dell'assemblea, il consigliere nazionale Andreas Gross (PS/ZH) e la parlamentare lussemburghese, Anne Brasseur.

Il 18 la delegazione incontrerà il presidente della Camera dei deputati, Valeriu Stefan Zgonea, e il presidente ad interim del Senato, Petru Filip, oltre al primo ministro Victor Ponta. L'indomani sono invece previsti gli incontri con il presidente da interim della Repubblica, George Crin Laurentiu Antonescu, e con il presidente sospeso, Traian Basescu. La delegazione incontrerà inoltre il presidente della Corte costituzionale Augustin Zegrean.

Lo scorso 6 luglio Mignon, esprimendo preoccupazione per gli sviluppi in Romania, aveva lanciato un appello a tutte le parti in causa affinché risolvessero la crisi attuale attraverso il dialogo politico, rispettando i diritti dell'opposizione, la costituzione e le leggi in vigore.

Mentre il segretario generale del Consiglio d'Europa, il giorno dopo il voto con cui il Parlamento che ha destituito il presidente Traian, ha chiesto alla Commissione di Venezia, organo costituito da esperti costituzionalisti di tutti i paesi membri, di valutare se un tale atto sia in linea con il rispetto dello stato di diritto che la Romania è tenuto a garantire.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?