Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la Romania quello appena trascorso è stato un fine settimana elettorale. Domenica infatti numerosi Comuni hanno scelto il proprio sindaco, compresa la capitale Bucarest, dove a guidare la città sarà una donna.

Si tratta di Gabriela Firea già parlamentare del Partito socialdemocratico (Psd) e moglie di un altro sindaco di un centro alle porte della capitale, Voluntari.

Firea ha superato il candidato indipendente Nicusor Dan e l'ex ministro Catalin Predoiu, aggiudicandosi nettamente la battaglia elettorale che non prevedeva alcun ballottaggio.

Nelle altre città e province, il Psd si è confermato - almeno stando ai dati parziali riportati dalla commissione elettorale - il primo partito del Paese, col 37,52% delle preferenze, seguito a ruota dal Pln, il partito liberale, col 32,16%.

Il dato più bizzarro riguarda probabilmente il 70% ottenuto dal sindaco di Baia Mare, Catalin Chereches, nonostante sia stato colpito da un mandato di arresto preventivo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS