Per contrastare gli effetti del franco forte, RUAG ha deciso di aumentare il tempo di lavoro a 650 dei suoi 4'400 dipendenti. Da domani e fino alla fine del 2015, per loro la settimana lavorativa durerà 43 ore contro le attuali 40.

Colpiti dalla misura saranno soprattutto i settori attivi nell'esportazione o quelli che in Svizzera sono particolarmente esposti alla concorrenza internazionale, indica oggi RUAG - gruppo specializzato negli armamenti e nell'aerospazio controllato dalla Confederazione - in una nota, precisando che il provvedimento è stato preso insieme alle rappresentanze dei lavoratori. Gli apprendisti e le lavoratrici in gravidanza e allattamento non sono interessati dall'aumento dell'orario di lavoro.

I nuovi orari saranno adottati presso RUAG Environment, specializzata nel riciclaggio di elettrodomestici e apparecchiature elettriche (62 dipendenti), nonché in determinati settori della divisione RUAG Defence e in particolare l'unità "Sistemi di terra" (350 dipendenti) e parti dell'unità "Gestione operazioni in rete" (120). L'orario lavorativo cresce anche per tutto il personale delle unità di supporto della divisione Defence (125 dipendenti), precisa ancora RUAG.

"Finora non è stato possibile compensare gli svantaggi soltanto con ottimizzazioni di processi, rinegoziazioni e altre misure", spiega il gruppo controllato dalla Confederazione. Oltre all'apprezzamento del franco, un'ulteriore aggravante per RUAG Environment è costituita dal crollo dei prezzi sui mercati mondiali delle materie prime.

A fine gennaio RUAG aveva già annunciato una concentrazione delle sue attività delle sedi di Hombrechtikon (ZH), Mägenwil (AG) e Brunnen (SZ), nelle regioni di Zurigo e Thun (BE). Nei primi due casi la misura coinvolge entro la fine del 2015 rispettivamente 35 e 15 posti di lavoro, mentre a Brunnen l'operazione toccherà 110 persone durante il primo semestre del 2017. Tutto il personale sarà tuttavia ricollocato e non sono previsti licenziamenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.