Navigation

RUAG: risultati 2011, sale utile ma scende fatturato

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 marzo 2012 - 13:27
(Keystone-ATS)

Cifre contrastanti per RUAG nel 2011: il gruppo controllato dalla Confederazione attivo nelle tecnologie aerospaziali e nell'armamento ha realizzato un utile netto di 97 milioni di franchi, in crescita del 5,9%. In calo invece il fatturato, sceso dell'1,0% a 1,78 miliardi.

Nel periodo in rassegna è cresciuto anche l'utile operativo EBIT: del 12,5% a 110 milioni. Più in generale, le applicazioni nel settore civile hanno rappresentato il 48% delle vendite (52% nel 2010), mentre quelle nel settore militare il 52%.

Quattro delle cinque divisioni di RUAG hanno realizzato utili. Solo il comparto "Technology" deve ancora raggiungere questo traguardo e condurre dunque a buon fine la riorganizzazione avviata nel 2009.

La Confederazione non è solamente proprietaria di RUAG, ma anche il suo più grosso cliente. Attraverso il Dipartimento federale della difesa (DDPS) ha assicurato l'anno scorso il 37% del giro di affari, contro un tasso del 35% nel 2010.

La Svizzera ha rappresentato il 47% (2010: 43%) del volume d'affari totale di RUAG, il resto è stato realizzato in Europa (42%, 2010: 43%), nel Nord America (7%, 2010: 9%) e Asia/Pacifico (2%, 2010: 3%). Invariata la quota delle altre aree (2%), tra le quali Sud America, Medio Oriente e Africa. Alla fine dello scorso esercizio, il gruppo occupava in totale 7739 dipendenti, in progressione di 20 unità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?