Navigation

Ruanda: militari francesi accusati stupri di massa

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 luglio 2011 - 17:03
(Keystone-ATS)

Tre sopravvissute tutsi al genocidio hutu in Ruanda sostengono di essere state stuprate da militari francesi nei campi profughi sotto il controllo della forza che Parigi aveva inviato sul campo.

È il sito on line del settimanale "Le Nouvel Observateur" a diffondere oggi gli interrogatori delle tre donne ruandesi di etnia tutsi che sono state interrogate a fine giugno dal giudice istruttore del tribunale militare di Parigi. Davanti a quel tribunale avevano sporto denuncia, nell'ottobre 2009, contro ignoti, con l'accusa di crimini contro l'umanità.

"A volte c'era fino a una decina di militari francesi a stuprarmi - racconta una delle donne - mentre altri facevano la stessa cosa a poca distanza. Ci si ritrovava tutte nelle loro tende, dai militari. Era come per un pasto quotidiano. Cominciò tutto una settimana dopo il loro arrivo, e durò fino a quando non se ne andarono".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?