Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A 15 giorni dall'annuncio delle contro-sanzioni russe che hanno congelato le importazioni di numerosi prodotti alimentari e agricoli da Ue, Usa, Norvegia, Australia e Canada, il Cremlino riapre alle importazioni di alcuni articoli utili all'aumento della produzione agricola e di quella ittica.

Ma non solo. Il governo ha infatti deciso di tornare a importare avannotti di salmone e trota, patate, cipolle e piselli da semina dai Paesi che l'hanno sanzionata per la crisi ucraina. Ma anche latte e latticini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS