Navigation

Russia: 550 fermi tra Mosca e San Pietroburgo

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2012 - 07:35
(Keystone-ATS)

Sono complessivamente 550 i manifestanti arrestati ieri sera dopo o durante manifestazioni anti-Putin a Mosca e a San Pietroburgo. Lo riferiscono le agenzie citando le forze dell'ordine delle due città.

Nella capitale gli arresti sono 250, di cui un centinaio effettuati in piazza Pushinskaia tra quanti continuavano a rimanere anche dopo lo scioglimento del raduno gridando slogan contro il premier. Qui sono stati fermati il blogger Alexiei Navalni, Serghiei Udaltsov, Ilià Iashin e Ievghenia Cirikova, tutti leader del movimento di contestazione a Putin.

Gli altri fermi sono stati fatti durante altre iniziative spontanee dopo il comizio in zone vicine oppure annunciate ma non autorizzate, come quelle dello scrittore Eduard Limonov (una cinquantina) in piazza Lubianka. A San Pietroburgo, invece, gli arresti sono stati 350.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?