Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine delle ricerche del Tu-154 (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA RUSSIAN EMERGENCY MINISTRY / HO/VLADIMIR VELEN

(sda-ats)

Il tabloid russo online Life indica "un possibile errore del secondo pilota", la "bassa quota e il sovraccarico" come le cause dello schianto dell'aereo militare russo Tu-154 precipitato nel Mar Nero nel giorno di Natale uccidendo tutte le 92 persone a bordo.

A bordo vi erano anche i componenti del Coro dell'Armata Rossa. Secondo la testata, sarebbero stati gli stessi esperti del ministero della Difesa russo, dopo aver analizzato le scatole nere, a giungere alla conclusione che il secondo pilota potrebbe aver confuso la manipola del carrello d'atterraggio con quella degli ipersostentatori (i flap).

Il ministero della Difesa russo però ha subito smentito seccamente questa versione bollando l'articolo di Life come "un delirio assoluto" e accusando la testata online di "inventare delle conclusioni" sulla tragedia prima della fine delle indagini.

"Tutte le indiscrezioni pubblicate da Life News sui motivi presumibilmente identificati della catastrofe del Tu-154 a Sochi sono un delirio assoluto e un'invenzione della testata", ha affermato il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, precisando che "la commissione per le indagini sulla catastrofe continua il suo lavoro". "Riteniamo inaccettabile e immorale - ha tuonato il generale - cercare, come Life news, di accusare qualcuno in modo infondato e inventare qualche conclusione prima della fine delle indagini".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS