Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Piccola rivoluzione in Russia: il governo ha regolamentato e autorizzato la produzione nel Paese di tutti i distillati del grano, dal whisky al tradizionale 'samogon', la vodka fatta in casa (la parola significa distillare da soli).

Finora esisteva una norma per la distillazione dell'uva, ma non esistevano standard statali per quella del grano. Si aprono così nuove prospettive per la produzione di superalcolici in Russia, nonostante la mortalità legata al consumo di alcol sia una delle più alte al mondo.

Solo nel mercato del 'samagon' si stima un mercato di 170 milioni di litri: si tratta di una diabolica mistura di alcool distillato in casa con ingredienti vari, a volte tra i più improbabili, alcuni spesso letali, con una larga diffusione ai tempi dell'Urss, quando si preferiva risparmiare anche sulla vodka e lo si usava pure come moneta di scambio.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS