Navigation

Russia: consigli regionali approvano riforma costituzione

Nessuna opposizione dai parlamenti regionali alla riforma costituzionale che estenderebbe il potere del presidente russo Vladimir Putin. KEYSTONE/AP/Mikhail Klimentyev sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2020 - 15:28
(Keystone-ATS)

Tutti gli 85 parlamenti regionali russi hanno votato a favore del pacchetto di emendamenti costituzionali che permetterebbero a Vladimir Putin di rimanere presidente fino al 2036.

Lo riporta l'agenzia di stampa statale RIA, citando il parlamentare russo Andrei Klishas.

"Il Consiglio della Federazione - la camera alta del parlamento - ha ricevuto i risultati delle votazioni in tutti gli 85 parlamenti regionali", ha detto Klishas. "Sono tutti positivi", ha detto a RIA. L'elenco delle regioni comprende due che fanno parte della Crimea, che Mosca ha annesso nel 2014. Gli emendamenti saranno ora inviati a Putin: è previsto che li firmi il 18 marzo, anniversario dell'annessione.

La Corte costituzionale russa deve ora esaminare le modifiche costituzionali, che saranno sottoposte a votazione a livello nazionale ad aprile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.