Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono saliti a 23 i morti dopo il crollo parziale di una caserma di paracadutisti a Omsk, nella Siberia sudoccidentale. Lo riferisce il ministero della difesa russo. Sono stati infatti ritrovati sotto le macerie i cinque militari dispersi.

I feriti sono 19. Tra le possibili cause vi sono errori nella tecnologia costruttiva dell'edificio.

A crollare è stata una sezione di un edificio di quattro piani che ospitava complessivamente 337 soldati. Nella parte interessata dall'incidente c'erano 42 militari. Non sono stati forniti particolari sulle condizioni dei feriti, una decina dei quali trasportati a Mosca. La caserma era stata ristrutturata circa un anno fa.

Intanto il presidente Vladimir Putin ha espresso le condoglianze ai famigliari delle vittime e all'esercito e chiesto al ministero della difesa di garantire la necessaria assistenza medica ai feriti, come riferito dal suo portavoce Dmitri Peskov.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS