Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La procura generale russa ha dichiarato "indesiderabili" una serie di organizzazioni straniere e internazionali, tra cui la Open Society Foundations di George Soros. Lo riporta Interfax citando la portavoce della procura generale, Marina Gridneva.

L'8 luglio il Senato russo aveva inserito la Open Society Foundations in una lista di 12 organizzazioni da proporre al governo per essere dichiarate "indesiderabili" in base a una nuova legge che consente di vietare l'attività delle ong straniere "non gradite".

"È stato rilevato - ha detto la portavoce della procura generale russa - che le attività della Open Society Foundations e della Open Society Institute Assistance Foundation sono una minaccia per le basi del sistema costituzionale russo e per la sicurezza dello Stato".

Gridneva ha quindi precisato che "l'informazione della decisione presa è stata inviata al ministero della Giustizia russo per inserire queste organizzazioni nella lista delle ong straniere e internazionali la cui attività è considerata non desiderata in Russia".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS