Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - La prima delle tre navi intrappolate da una settimana nei ghiacci del mare di Okhotsk, nell'estremo oriente russo, è stata liberata. Lo riferisce l'agenzia Interfax.
Momenti di difficoltà durante le operazioni di soccorso quando il primo dei due rompighiaccio inviati per liberare le imbarcazioni, Magadan, è rimasto intrappolato a sua volta. Per proseguire le operazioni di soccorso è stato necessario l'intervento del più potente 'ammiraglio Makarov'.
A bordo delle tre navi ci sono oltre 500 persone, per lo più pescatori, alle quali per il momento non mancano né cibo né acqua. Tuttavia, secondo gli esperti, le operazioni di soccorso potrebbero essere più lunghe del previsto per via di una nuova ondata di maltempo in arrivo su tutta l'area. Quattro elicotteri di emergenza sono comunque pronti ad intervenire nel caso fosse necessario evacuare le persone a bordo delle navi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS