Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un medico ha ucciso un paziente con un pugno in un ospedale di Belgorod, 570 chilometri a sud di Mosca, e poi ha pagato ai parenti della vittima le spese per i funerali.

Il dottore, identificato dai media russi come Ilia Zelendinov, ha perso il lavoro ed è stato arrestato ieri dalla polizia.

L'omicidio è avvenuto il 29 dicembre scorso e sarebbe stato ripreso dalla telecamere a circuito chiuso dell'ospedale numero due di Belgorod. Nel presunto video, pubblicato da LifeNews, si vede il medico prendere a cazzotti un paziente e una persona che lo accompagnava. Il paziente, colpito dal pugno cade all'indietro e resta immobile sul pavimento, mentre il medico continua a picchiare l'altro malcapitato. La vittima della furia del medico sarebbe il 57enne Ievgheni Vakhtin, morto probabilmente battendo la testa per terra nella caduta.

Secondo un'infermiera, Vakhtin era ubriaco e il medico di turno ha deciso di fargli una lavanda gastrica, durante la procedura il paziente le avrebbe dato un calcio facendola cadere e battere la testa. Sarebbe stato questo episodio a scatenare la reazione violenta del dottor Zelendinov. La moglie di sostiene invece che il marito era in ospedale per un'ulcera e un'emorragia interna allo stomaco, era debole e non poteva avere la forza di assestare un calcio all'infermiera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS