Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Il presidente russo Dmitri Medvedev e il premier Vladimir Putin hanno partecipato la notte scorsa alle solenni funzioni religiose per il Natale ortodosso, che si celebra oggi secondo il calendario giuliano.
Medvedev è intervenuto nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca ai riti solenni presieduti dal Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill. Insieme alla moglie Svetlana, il leader del Cremlino ha seguito la funzione restando in piedi nella parte destra dell'altare, attorniato da bambini.
Al termine della liturgia - che è stata interamente trasmessa in diretta dalla televisione di stato russa - Medvedev e Kirill si sono scambiati i doni di Natale: il presidente ha regalato a Kirill un Vangelo manoscritto illustrato con miniature, mentre il Patriarca ha donato a Medvedev una raccolta in quattro volumi di opere di scrittori russi attivi fra il XIV e il XX secolo.
Il premier Putin, come di consueto, ha scelto invece un luogo lontano da Mosca, più defilato e raccolto, per la veglia di Natale, assistendo alla messa notturna in una piccola chiesa di un paesino alle porte di Kostromà, città sul Volga a 300 km a nordest di Mosca. Al termine della cerimonia, Putin ha donato un'icona al decano della chiesa.
Migliaia di fedeli - nonostante le basse temperature, a Mosca facevano -15 gradi - hanno affollato la notte scorsa le chiese e i monasteri della capitale e delle altre città della Russia, dove - dopo la caduta del comunismo e la dissoluzione dell'Urss nel 1991 - il 7 gennaio, data del Natale ortodosso, è giornata festiva.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS