Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Comitato Investigativo di San Pietroburgo ha notificato tra ieri e oggi a 20 attivisti di Greenpeace accusati di "teppismo" dopo l'azione nell'Artico la chiusura del procedimento penale a loro carico, a seguito dell'amnistia approvata la scorsa settimana dalla Duma. Lo riferiscono i media russi.

I militanti, tra i quali figura lo svizzero Marco Weber, potranno tornare a casa appena avranno ricevuto un visto di transito necessario per lasciare la Russia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS