Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Nuovi incendi di foreste e di sterpaglia scoppiati ieri sera nella regione meridionale di Volgograd (ex Stalingrado) hanno causato la morte di cinque persone e il ferimento di altre 14: lo riferisce il ministero della protezione civile, citato dalle agenzie russe. Nei roghi sono andate bruciate oltre 500 abitazioni, i senza tetto sono un migliaio. A causare le fiamme sono stati alcuni cavi dell'alta tensione spezzati da un forte vento: il corto circuito ha innescato il rogo.
Altri incendi sono scoppiati nell'area di Togliatti, sul Volga, dove è stata proclamato lo stato di emergenza: le fiamme si sono estese su una superficie di 70 ettari minacciando anche un corpo della fabbrica di Avtovaz, alcune pompe di benzina, vari esercizi e il cimitero locale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS