Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una donna di 68 anni, Tamara Samsonova, ha confessato di avere ucciso undici persone a San Pietroburgo nell'arco di 20 anni e non è escluso che, dopo averle smembrate, le abbia mangiate.

La donna, soprannominata dai tabloid russi Baba Yaga, una strega della mitologia slava, e da quelli britannici come Granny Ripper (la nonna squartatrice), ha scritto un diario in russo, francese e tedesco in cui tiene un elenco di tutti gli omicidi con particolari macabri.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS