Più di 240 carcerati sono insorti in una casa circondariale della Repubblica di Khakassia, in Siberia. La polizia penitenziaria ha ripreso il pieno controllo della struttura alle 5.30 del mattino, dopo sei ore di scontri.

Secondo newsru.com, che cita il capo del servizio penitenziario regionale per la Khakassia, i disordini sono scaturiti da detenuti di fede musulmana che chiedevano il diritto di pregare anche al di fuori dell'orario previsto dal regolamento, nonché condizioni di reclusione migliori.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.