Navigation

Russia: Tupolev caduto; inquirenti, violate regole sicurezza

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 marzo 2010 - 09:36
(Keystone-ATS)

MOSCA - L'atterraggio di emergenza del Tu-204 vicino all'aeroporto moscovita di Domodedovo è stato causato dalla violazione delle regole di sicurezza: lo ha riferito il portavoce del comitato investigativo presso la procura generale Vladimir Markin, citato dall'agenzia Ria Novosti.
Altre fonti investigative anonime ipotizzano invece un'avaria al motore o la nebbia, che peraltro ha provocato ritardi e dirottamenti di altri voli.
Il velivolo, appartenente alla compagnia Avia Star Tour air di Ulianovsk (1000 km circa a est di Mosca), era partito ieri da Domodevovo per la località balneare egiziana di Hurgada alle 04.00 ma era stato costretto a tornare a Mosca due ore dopo in seguito alla scoperta di fumo nella cabina. Più tardi il velivolo aveva ripreso il suo volo.
Un portavoce dell'agenzia russa per il trasporto aereo ha precisato che i due eventi non sono tuttavia collegati.
Dal canto suo, la portavoce dell'aeroporto Domodedovo, Ielena Galanova, ha riferito che 1,5 km prima dell'atterraggio l'aereo era scomparso dai radar perdendo il collegamento radio e che precedentemente non aveva chiesto alcun permesso per un atterraggio di emergenza. Nell'impatto con il terreno, il velivolo ha perso un'ala e ha subito la rottura di parte della fusoliera. La scatola nera è già stata recuperata.
Dei nove membri dell'equipaggio, quattro sono stati ricoverati in terapia intensiva e due sono gravi. Gli altri hanno riportato ferite di varia natura ma non gravi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?