Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I fatti sul commercio illegale di petrolio condotto dalla Turchia con i terroristi dell'autoproclamato Stato islamico (IS) verranno presentati all'Onu. Lo ha detto a Belgrado il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov, come riferito dalle agenzie.

"Noi abbiamo ripetutamente detto in pubblico che il petrolio proveniente dai depositi occupati dall'IS in Siria e Iraq va a finire all'estero, e in particolare in Turchia. Le prove a conferma di ciò saranno presentate formalmente a tutte le parti interessate, comprese le Nazioni Unite", ha detto Lavrov.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS