Navigation

Russiagate: Lewandowski alla Camera ma Casa Bianca lo limita

Sulla destra Corey Lewandowski, l'ex campaign manager di Trump. KEYSTONE/AP/ANDREW HARNIK sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2019 - 15:43
(Keystone-ATS)

Inizia oggi con una contrapposizione frontale con la Casa Bianca la prima udienza alla Camera delle indagini per un eventuale impeachment di Donald Trump.

La presidenza ha infatti esercitato il privilegio esecutivo e ha ordinato a Corey Lewandowski, ex campaign manager del tycoon, di non fornire informazioni che vadano oltre quelle contenute nel rapporto Mueller sul Russiagate. Stesse indicazioni per altri due testi convocati oggi davanti alla commissione giustizia, gli ex consiglieri Rick Dearborn e Rob Porter.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.