Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Paul Manafort.

KEYSTONE/AP ABC News

(sda-ats)

Paul Manafort e Rick Gates, incriminati oggi nell'ambito dell'inchiesta sul cosiddetto Russiagate, sono agli arresti domiciliari. Sono stati chiesti 10 milioni di dollari di cauzione per Manafort e 5 milioni per Gates. Lo riferiscono diversi media statunitensi.

Paul Manafort, ex capo della campagna di Donald Trump, e il suo ex socio Rick Gates si sono dichiarati non colpevoli davanti al giudice federale di Washington dove sono comparsi per la formalizzazione dell'incriminazione nell'ambito del Russiagate.

I due rischiano decine di anni di galera e multe da milioni di dollari se saranno condannati per tutti i capi di imputazione contestati dal procuratore speciale Robert Mueller. Manafort, secondo i media, rischia fino a 80 anni di prigione, Gates 70.

Manafort, 68 anni, aveva raggiunto la campagna di Trump nel marzo 2016 per coordinare gli sforzi sui delegati in vista della convention repubblicana. Trump lo aveva già ingaggiato in precedenza per i suoi alberghi, su questioni fiscali e gioco d'azzardo. Dopo il licenziamento nel giugno successivo di Corey Lewandoski, Manafort fu promosso a capo della campagna, con il controllo delle operazioni quotidiane, di un budget da 20 milioni di dollari, delle scelte più importanti, della pubblicità e della strategia mediatica. Insomma, una figura importantissima e potentissima.

In questa veste partecipò nello stesso mese anche al controverso incontro alla Trump Tower tra Donald Trump junior e un'avvocatessa russa legata al governo di Mosca che aveva promesso informazioni compromettenti su Hillary Clinton, rivale nella corsa alla Casa Bianca.

Ma Manafort fu costretto a dimettersi il 19 agosto, dopo le rivelazioni sulla sua lunga attività di lobbying a favore di Viktor Ianukovich (il presidente ucraino filorusso deposto dalla rivoluzione del Maidan) e del suo Partito delle Regioni, per la quale avrebbe ricevuto oltre 12 milioni di dollari in nero.

Anche Rick Gates, 46 anni, è un lobbista e un consulente politico, diventato socio di Manafort a metà degli anni Duemila e suo vice nella campagna di Trump. Quando Manafort fu costretto a lasciare, Gates continuò ad occuparsi della raccolta dei fondi per Trump.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS