Navigation

Ryanair torna in zona utili

Si torna a guadagnare. KEYSTONE/EPA/FOCKE STRANGMANN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2020 - 12:35
(Keystone-ATS)

Ryanair ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 88 milioni di euro, in miglioramento dalla perdita di 66 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente.

Il traffico passeggeri, si legge in una nota della compagnia aerea low cost irlandese, segna una crescita del 6% a 36 milioni di passeggeri.

In rialzo anche i ricavi per passeggero che raggiungono quota 1,91 miliardi di euro (+21%). Confermate le previsioni per l'anno (utile netto tra 950 milioni e 1,05 miliardi di euro), che sono state riviste al rialzo il 10 gennaio grazie alle forti prenotazioni del periodo natalizio.

Per quanto riguarda l'arrivo del primo Boeing 737 Max 200 del Gruppo, ripetutamente rinviato nel 2019, Ryanair prevede ora che la consegna possa essere fatta non prima di settembre-ottobre 2020. A causa di questi ritardi nella consegna, Ryanair fa sapere che non avrà "risparmi sui costi fino alla fine del 2021". Inoltre, come conseguenza diretta, la low cost prevede di "spostare l'obiettivo di 200 milioni di passeggeri all'anno di almeno uno o due anni al 2025-2026".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.