Navigation

Sì alle escursioni nella natura, ma con il giusto rispetto

La natura non ci appartiene. sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2020 - 16:33
(Keystone-ATS)

Sì alle escursioni nella natura, ma con il giusto rispetto: è l'appello lanciato da una coalizione composta da Confederazione e una decina di organizzazioni, fra cui Federazione svizzera del turismo, Club Alpino Svizzero, Pro Natura e Swiss Canoe.

Quest'anno molti rinunceranno alle vacanze all'estero e opteranno per gite, picnic, scalate, pedalate, tuffi, paddling, spostamenti in gommone in montagna, in campagna o in riva al lago: praticando uno sport o facendo una gita occorre però ricordarsi che la natura non appartiene solo a noi, ma anche a piante e animali, e meno distruggiamo i loro habitat, meglio è, si legge in un comunicato odierno.

Focolai improvvisati e magari nemmeno veramente utilizzati possono distruggere ambienti vitali, rifiuti lasciati in giro mettono in pericolo gli animali, comportamenti inadeguati scacciano le bestie dai loro rifugi, non permettendo loro di allevare la prole. Le organizzazioni citate hanno quindi lanciato una campagna, che presenta fra l'altro vari video con consigli per adottare un comportamento corretto nei confronti della fauna e delle piante.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.