Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

VARSAVIA - È salito a dieci morti il bilancio delle vittime delle forti piogge che si sono abbattute nell'Europa centrale. Tre le vittime in Polonia, quattro nella Repubblica Ceca e tre in Germania. Migliaia gli sfollati.
Le forti piogge che hanno flagellato la parte sudoccidentale della Polonia, secondo quanto hanno precisato le autorità locali, hanno causato lo straripamento di alcuni fiumi. Una donna è annegata ieri nella città di Bogatynia, mentre i corpi senza vita di un'altra donna è di un pompiere di 55 anni sono stati rinvenuti oggi, secondo quanto ha reso noto il portavoce dei vigili del fuoco Pawel Fratczak.
"Non abbiamo avuto il tempo di essere avvisati di quello che stava succedendo - ha detto Andrzej Grzmielewicz, sindaco di Bogatynia alla televisione TVN24 - in poco meno di un'ora la città è stata colpita da una prima inondazione fino ai primi piani delle case. Molte abitazioni sono state distrutte e siano stati tagliati fuori dal resto del mondo".
Il primo cittadino ha poi lanciato un appello per aiuti e donazioni: "abbiamo bisogno di veicoli attrezzati (per l'emergenza, ndr) ed elicotteri per permettere l'evacuazione di 2.000 persone", ha aggiunto Grzmielewicz.
Allagamenti anche nella Repubblica Ceca dove si contano quattro morti, mentre tre persone sono date per disperse. Tre le vittime in Germania, dove nel fine settimana sono state evacuate 1.400 persone nei pressi della città di Goerlitz, al confine con la Polonia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS