Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta nella storia il Salone dell'automobile di Ginevra oggi non è stato aperto dal presidente della Confederazione. La manifestazione, giunta all'85esima edizione, è stata infatti inaugurata dalla consigliera federale Doris Leuthard, un'appassionata di auto.

La ministra dei trasporti ha percorso gli stand di Palexpo alla scoperta delle ultime novità: in particolare le vetture elettriche ed "intelligenti" hanno attirato la sua attenzione.

Nel suo discorso di apertura, Doris Leuthard ha sottolineato che la guida "intelligente" è diventata più che mai di attualità. "Tecnicamente è ormai possibile condurre la propria automobile senza essere al volante", ha dichiarato la responsabile del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).

"Tuttavia manchiamo ancora di esperienze concrete. Occorre infatti risolvere le questioni relative alla sicurezza, alla responsabilità civile e alle norme sulla circolazione. Perché non promuovere un tratto stradale sperimentale, per esempio tra Amburgo e Milano o tra Ginevra e Monaco", ha suggerito la consigliera federale.

Sin dal debutto del salone internazionale dell'auto a Ginevra nel 1924, i presidente della Confederazione hanno tenuto il discorso di apertura. Da quel momento l'evento è sempre stato onorato da questa presenza. Quest'anno il governo ha però voluto rompere la tradizione, rinunciando all'obbligo presidenziale. Anche il tradizionale rito che vuole che il presidente prenda in braccio un maialino all'apertura della Fiera svizzera dell'agricoltura Olma di San Gallo è caduto.

Per il presidente del Salone, Maurice Turrettini, Doris Leuthard è nondimeno "la persona ideale" con cui discutere di mobilità e dei problemi degli importatori. La consigliera federale, dal canto suo, giudica positivamente il fatto che sia la ministro dei trasporti ad inaugurare la fiera dell'automobile.

Quest'ultima presenta fino al 15 marzo circa 900 modelli, di cui oltre un centinaio sono novità mondiali ed europee. Altrettante rientrano nella categoria delle vetture "pulite". I visitatori - ne sono attesi circa 700'000 - sono invitati a spostarsi con i trasporti pubblici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS