Navigation

Salone di Ginevra si terrà come previsto in marzo

Tanti visitatori nel 2019, ma meno che l'anno prima. KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2020 - 18:05
(Keystone-ATS)

Il Salone dell'auto di Ginevra si terrà come previsto dal 5 al 15 marzo: lo ha detto in un incontro con i media il presidente Maurice Turrettini.

Contrariamente ad altre manifestazioni come il salone delle invenzioni sempre nella città del Lemano, spostato in autunno, e la fiera mondiale della telefonia mobile di Barcellona, che è stata cancellata, l'appuntamento annuale dell'automobile non cambia i programmi per via del coronavirus.

La 90esima edizione sarà aperta dal consigliere federale Guy Parmelin. Saranno presenti 150 espositori: finora sono state annunciate 90 novità mondiali, un numero sensibilmente inferiore alle 150 dell'anno scorso. Sono attesi 600'000 visitatori.

Per la prima volta avranno uno stand il costruttore cinese Changan Automobile e il fabbricante di Hong Kong Apex. Mancheranno però Ford, Opel, Citroën e Peugeot. La superficie espositiva si è ridotta di circa un quinto a 59'000 metri quadrati, ha indicato Turrettini. Come altre fiere, anche il salone di Ginevra è confrontato con un calo di visitatori: l'anno scorso sono scesi del 9%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.