Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOS ANGELES - Buone notizie per chi ama i cibi un po' piccanti e ha problemi di peso: una sostanza contenuta nei peperoncini, soprattutto in quelli dolci, aiuta a dimagrire perché stimola il metabolismo. Lo dimostra uno studio condotto dai ricercatori dell'università della California a Los Angeles.
Il peperoncino era già da tempo sospettato di possedere virtù dimagranti perché fa riscaldare il corpo aiutandolo a bruciare calorie. Per verificare questa ipotesi i ricercatori hanno testato le proprietà di una sostanza, presente in molti peperoni e peperoncini dolci, la diidro capsiato (Dtc), che è analoga alla capsaicina (che rende piccanti i peperoncini) ma meno piccante. I test sono stati condotti su 34 persone con problemi di sovrappeso che hanno consumato un pasto liquido ipocalorico per 28 giorni. Metà dei partecipanti hanno assunto una pillola contenente Dct, altri una pillola placebo.
Alla fine del test è risultato che chi aveva ingerito la pillola con Dtc aveva avuto ogni giorno un dispendio maggiore di energia e quindi di calorie (fino al doppio) rispetto a chi aveva assunto il placebo. Ma attenzione, avvertono i ricercatori, per dimagrire non vuol dire cominciare a mangiare smisuratamente peperoncino, "chi ha partecipato al test conduceva a anche una dieta ipocalorica controllata".

SDA-ATS