Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Partito socialista e Verdi si dicono delusi dopo il voto di oggi favorevole alla costruzione di una seconda galleria stradale al San Gottardo.

Entrambe le formazioni politiche faranno di tutto per ottenere garanzie da parte del Consiglio federale affinché le capacità di transito non vengano aumentate.

"Presenterò prossimamente un'interpellanza affinché il governo si impegni a non aprire mai le quattro direzioni di marcia", ha detto la presidente dei Verdi Regula Rytz. Chiederemo inoltre al governo di fare il possibile per evitare il transito dei mega-camion da 60 tonnellate.

Stesse preoccupazioni sono state espresse dal consigliere nazionale Roger Nordmann (PS/VD), secondo il quale bisogna ora proseguire nel trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia, tanto più che le due gallerie stradali al San Gottardo saranno operative solo nel 2030. Secondo i Verdi determinanti sono stati i fattori sicurezza e il paventato isolamento del Ticino.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS