Navigation

San Pietroburgo: gli inquirenti escludono la pista kamikaze

Soccorritori all'opera dopo l'esplosione nella metro di San Pietroburgo Keystone/AP/ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2017 - 15:50
(Keystone-ATS)

L'esplosione nella metro di San Pietroburgo è stata causata da un ordigno artigianale "probabilmente lasciato su un vagone prima della partenza del convoglio", e quindi non da un terrorista kamikaze, secondo fonti citate dall'agenzia Interfax.

La bomba era stata resa più pericolosa con l'aggiunta di "elementi lesivi". "C'è stata solo un'esplosione, nessun incendio, tutti i morti si trovavano dentro il vagone vicino al luogo dell'esplosione", ha detto una fonte. Al momento si ipotizza che la deflagrazione sia avvenuta su un vagone di un treno tra le stazioni della metropolitana Sennaya Ploshad e Teknologhiceskij Institut.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo