Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Diverse centinaia di sans-papiers e loro simpatizzanti che occupano attualmente una parte della Kleine Schanze a Berna, hanno effettuato oggi una marcia di protesta per esprimere le loro rivendicazioni in particolare una regolarizzazione collettiva.
I manifestanti si sono dapprima recati davanti all'Ufficio federale della migrazione (UFM) a Wabern, vicino a Berna, poi sono andati davanti al Dipartimento federale di giustizia e polizia nei pressi della Piazza federale. Finora la consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf non ha mai voluto riceverli, hanno comunicato gli organizzatori.
Eppure sarebbe facile per la consigliera federale venire alla vicina Kleine Schanze, si legge nella nota. Evidentemente Widmer-Schlumpf non vuole guardare negli occhi le persone colpite dalla sua politica, sottolinea il comunicato.
Dal fine settimana scorso circa 200 sans-papiers, rifugiati e simpatizzanti si sono accampati con tende alla Kleine Schanze in segno di protesta: chiedono una regolarizzazione collettiva dei sans-papiers. Il municipale bernese responsabile della sicurezza tollererà l'accampamento fino a venerdì mattina a condizione che gli occupanti siano tranquilli, pacifici e non disturbino nessuno.

SDA-ATS