Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una nuova agenzia, frutto della collaborazione tra Confederazione e Cantoni, si occuperà in futuro di promuovere gli scambi linguistici e culturali tra gli studenti al posto della Fondazione ch, attiva in questo settore dal 1976.

Il mandato con quest'ultimo organismo non verrà più rinnovato. L'agenzia dovrà essere istituita entro il 2017.

È quanto indica una nota odierna della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI), in cui si precisa di voler ridare slancio alla mobilità nazionale e internazionale.

Per la cronaca, nell'aprile 2015 un ufficio di valutazione zurighese aveva criticato aspramente l'operato della Fondazione ch, specie per quanto riguardava l'esiguo numero di studenti coinvolti nei vari progetti (solo 16 mila ragazzi in media invece dei 30 mila previsti dalla Confederazione).

Dall'analisi risultava che la maggior parte dei mezzi annuali (1 milione di franchi, poi saliti a 1,5 milioni per il 2016), ossia l'87%, finiva in salari al personale, affitti e gestione. Chiamati ad esprimere una valutazione, i 26 Cantoni si erano lagnati per la lentezza e un'informazione troppo poco mirata.

Da qui l'idea di istituire un gruppo di lavoro - SEFRI, Ufficio federale della cultura, Ufficio federale delle assicurazioni sociali e la stessa Fondazione ch – che definisse una strategia globale di promozione degli scambi e della mobilità, migliorandone l'organizzazione.

Dall'analisi eseguita dal gruppo di lavoro è risultato che la promozione degli scambi dovrebbe essere meglio articolata con le strutture esistenti. Per questo motivo si è deciso di non rinnovare i mandati della Fondazione ch e "di procedere alla creazione di una nuova organizzazione comune della Confederazione e dei Cantoni, che sia più presente sul campo".

La futura agenzia sarà responsabile della totalità delle prestazioni, ossia informazione, consulenza, messa in rete e accompagnamento dei progetti. Per portare a buon fine questo nuovo progetto si è costituito un gruppo composto dei tre uffici federali menzionati, i Cantoni e i rappresentati dalla Conferenza cantonale dei direttori della pubblica educazione (CDPE).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS