Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex capo dei servizi informatici dell'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) è comparso oggi davanti al Tribunale penale federale di Bellinzona per rispondere di irregolarità in relazione al fallimento del progetto informatico INSIEME,

Il progetto è stato abbandonato nel 2012 ed è costato 115 milioni di franchi di soldi pubblici.

È accusato di corruzione passiva, infedeltà nella gestione pubblica e falsità in atti formati da pubblici ufficiali o funzionari. Sul banco degli accusati anche i direttori di due società informatiche.

Al principale imputato viene rimproverato di aver concesso alle due aziende vantaggi illeciti per 105 mila franchi e ai due direttori di essere stati eccessivamente generosi con il funzionario ora alla sbarra, invitandolo a manifestazioni gastronomiche, pagandogli pernottamenti in albergo e mettendogli a disposizione un biglietto per assistere a una partita di calcio tra il Bayern di Monaco e il Basilea. Nei loro confronti sono stati ipotizzati i reati di corruzione attiva e di concessione di vantaggi.

Dall'inchiesta amministrativa avviata dopo lo scandalo, è risultato che il progetto INSIEME era stato suddiviso illecitamente in contratti separati, in modo che il valore di ciascuno di essi fosse di poco sotto la soglia che obbliga ad aprire una gara d'appalto secondo le norme dell'Organizzazione mondiale del commercio. Anche le regole per la firma dei contratti non erano sempre state rispettate.

In aula l'ex capo dei servizi informatici ha detto che con gli altri due coimputati era legato da una solida amicizia fin dagli anni Novanta. Ha inoltre sottolineato di aver sempre voluto separare affari pubblici e professionali, ma - interrogato dal procuratore - non ha saputo dire dove si trova la linea di demarcazione. L'ex funzionario ha anche affermato di non aver accettato un solo invito nel corso dei 34 anni in cui ha lavorato per conto dell'AFC.

Il processo prosegue ora con l'arringa della difesa e la requisitoria del Ministero pubblico della Confederazione, ma la sentenza sarà reso nota soltanto il 16 settembre.

INSIEME, con un costo preventivato di 71 milioni di franchi, era stato lanciato nel 2001. Il completo rinnovamento dei supporti informatici avrebbe dovuto semplificare il lavoro all'amministrazione delle contribuzioni. Avrebbe inoltre dovuto fornire ai contribuenti un accesso diretto, facile e trasparente ai servizi elettronici dell'AFC. Il fallimento del progetto era costato il posto nel 2012 all'allora direttore dell'AFC, Urs Ursprung.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS