Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Svizzera per la prima volta ci sono problemi nell'approvvigionamento di sangue già prima delle vacanze estive: le riserve di alcuni gruppi sanguigni sono infatti scese sotto la soglia minima. Lo riferisce oggi Trasfusione CRS Svizzera, che invita la popolazione a donare più sangue nelle prossime quattro o cinque settimane. Sono richiesti tutti i gruppi sanguigni, ma l'appello si rivolge in particolare alle persone con fattore Rhesus negativo.

In genere in maggio e giugno si accumulano più riserve possibili per superare senza troppi problemi i critici mesi estivi. Alla fine di luglio, infatti, insorgono regolarmente difficoltà nell'approvvigionamento di sangue. Quest'anno però, per la prima volta, le riserve hanno cominciato a scarseggiare già a metà giugno.

Per Trasfusione CRS Svizzera sono senz'altro complici il bel tempo estivo persistente e le appassionanti partite dei Mondiali di calcio in Brasile, che hanno distolto molte persone dall'andare a donare il sangue. Inoltre, in seguito al calo del consumo di emoderivati registrato lo scorso anno, molte persone credono che la loro donazione sia superflua.

SDA-ATS