Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Le dichiarazioni del capo dell'esercito André Blattmann relative ai possibili scenari di crisi non hanno turbato la commissione di politica di sicurezza del Consiglio nazionale. "Abbiamo preso atto" delle spiegazioni fornite da Blattmann, ha dichiarato oggi alla stampa il suo presidente Jakob Büchler (PPD/SG).
Il capo dell'esercito ha suscitato reazioni negli ultimi tempi a causa di dichiarazioni rilasciate alla stampa. In un'intervista ha segnatamente affermato che i grandi flussi migratori potrebbero rendere necessario in futuro l'intervento dell'esercito. "Pensate soltanto - ha dichiarato Blattmann - alla situazione economica in Grecia: uno Stato membro dell'Unione europea si ritrova improvvisamente sull'orlo della bancarotta".
La commissione ha avuto modo di ascoltare André Blattmann. La discussione ha ovviamente provocato critiche, ma le dimissioni dell'alto ufficiale non sono state chieste, ha relativizzato Eric Voruz (PS/VD). Del resto - a suo modo di vedere - una dimissione "non cambierebbe nulla".
Per Jakob Büchler, la vicenda è ora chiusa, viste le spiegazioni fornite da Blattmann. Questi ha infatti affermato di non aver mai qualificato la Grecia un paese instabile, bensì di aver voluto indicare che le crisi economiche possono avere effetti negativi sulla sicurezza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS