Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Schiaffo a Trump, giudice ordina rilascio 100 iracheni

Controlli ai confini (foto d'archivio)

KEYSTONE/EPA EFE/ALEJANDRO ZEPEDA

(sda-ats)

Altro schiaffo giudiziario all'amministrazione Trump in tema di immigrazione.

Dopo che un giudice californiano ha bloccato la stretta sul diritto di asilo un suo collega del Michigan ha ordinato al governo di rilasciare oltre 100 iracheni detenuti per più di sei mesi mentre tentava di espellerli, accusando il governo di aver agito "ignobilmente" e di aver presentato dichiarazioni "palesemente false".

Il giudice Mark Goldsmith ha annunciato anche la rara misura di sanzionare il governo per il suo comportamento.

Secondo il giudice, l'amministrazione Trump ha presentato dichiarazioni "palesemente false" di dirigenti del governo sulla volontà di Baghdad di rimpatriare i propri cittadini.

Nel 2017 le autorità americane avevano detenuto gli iracheni in questione nel tentativo di dare un giro di vite su immigrazione ed espulsioni, tentando poi senza esito di rimpatriarli. Si trattava di persone sulle quali pendeva un ordine di espulsione da anni o decenni per precedenti attività criminali ma alle quali era stato consentito di vivere negli Usa.

Ora dovranno essere rilasciati entro 30 giorni, a meno che l'amministrazione Trump non dimostri un valido motivo per trattenerli o espellerli in questo periodo. Uno degli iracheni è detenuto da gennaio 2017, ossia da quasi due anni.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.