Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'anno è cominciato bene per Schindler: il fabbricante lucernese di ascensori e scale mobili ha visto nei primi tre mesi l'utile salire a 168 milioni di franchi, contro i 160 milioni dello stesso periodo del 2014. Il fatturato è aumentato del 4,4% a 2,1 miliardi.

In valute locali la crescita delle vendite si è attestata al 7%, indica oggi la società. Le nuove commesse sono rimaste praticamente stabili a 2,4 miliardi: senza l'influsso dei cambi registrano un incremento del 2,2%. Il risultato operativo Ebit ha raggiunto 222 milioni (+8,3%), mentre il corrispondente margine Ebit è migliorato di 0,4 punti al 10,4%.

Gli analisti contattati dall'agenzia Awp si aspettavano un utile netto di 166 milioni, un Ebit di 216 milioni, un fatturato di 2,1 miliardi e nuovi ordinativi per 2,5 miliardi.

Per l'anno in corso, grazie al buon volume delle commesse in portafoglio, Schindler si aspetta una progressione del giro d'affari pari al 7-9% in valute locali. Il mercato degli ascensori delle scale mobili è atteso in crescita: la Cina, nonostante il previsto rallentamento, dovrebbe rimanere il principale mercato di espansione del gruppo. Negli Stati Uniti la ripresa del settore della costruzione dovrebbe confermarsi, mentre in Europa l'evoluzione rimane incerta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS