Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Schindler, il fabbricante lucernese di ascensori e scale mobili ha realizzato nel periodo gennaio-settembre un utile netto di 388 milioni di franchi, in calo del 29,5% rispetto allo stesso periodo 2012, ma ciò si spiega con un ammortamento di 155 milioni per la sua partecipazione nel gruppo sudcoreano Hyundai.

Non tenendo conto di questo aspetto l'utile risulta di 523 milioni, uno in più dei nove mesi dello scorso anno. Il risultato operativo (EBIT) si è contratto del 5,7% a 682 milioni, annuncia Schindler in un comunicato.

Il fatturato è aumentato del 6,2% a 6,45 miliardi di franchi (+7,5% in valuta locale). Quanto alle nuove commesse, esse segnano un sensibile incremento del 7%, a 7,2 miliardi (+8,3% in valuta locale).

Per l'insieme dell'esercizio Schindler, che conta 47'366 dipendenti nel mondo, prevede una progressione del suo fatturato pari al 7% se non vi saranno fatti imprevisti e un utile netto compreso tra 500 e 550 milioni di franchi (730 milioni nel 2012), dopo ammortamento dei 155 milioni in Hyundai.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS